plus minus gleich
toggle
toggle

Novità Raccolta Differenziata Loreto

Numero Verde Cosmari

Media Mensile
Raccolta Differenziata

Al Comune di Castelraimondo assegnato il riconoscimento di Comune Riciclone 2011

E-mail Stampa PDF
Doppietta segnata da tutti i cittadini di Castelraimondo, con un riconoscimento assegnato a Castelraimondo come comune riciclone 2011. E’ stata l’assessore comunale ai servizi ambientali Elisabetta Torregiani, a ritirare lo scorso 7 luglio a San Benedetto del Tronto, il premio dei “Comuni ricicloni per le Marche”. Il comune di Castelraimondo è  risultato il quarto comune a livello regionale per livello raggiunto nella raccolta differenziata, con la percentuale del 2010 pari al 75,77 per cento. La manifestazione è stata organizzata da Legambiente, dall’Assessorato all’Ambiente della Regione Marche e dall’Arpam con l’intento di conferire riconoscimenti a tutte quelle realtà più virtuose nella raccolta e nella differenziazione dei rifiuti. Lo scorso 14 luglio ribalta nazionale per il  nostro comune a Roma: per il premio nazionale dei Comuni ricicloni, assegnato da Legambiente, nell’area del centro Italia, per i comuni sotto i 10 mila abitanti, Castelraimondo si è piazzato al settimo posto nella percentuale conseguita di rifiuti raccolti in modo differenziato.
    Un ringraziamento va a tutti i cittadini di Castelraimondo che hanno capito l'importanza della raccolta differenziata, chiedendo loro un ulteriore sforzo poiché il nostro comune ha ancora  margini di miglioramento e la sfida è quella di raggiungere ed anche superare la percentuale di differenziata dell'80%. Questo impegno è necessario  per due motivazioni: la prima e più importante è quella di creare sempre meno rifiuti non riciclabili la seconda è di tipo economico. Considerato che, purtroppo, la provincia di Macerata non ha ancora risolto il problema della discarica è necessario portare fuori provincia, con un aggravio delle spese, l'RSU ovvero tutto ciò che noi buttiamo nel sacchetto giallo. Per questo è importante differenziare correttamente i rifiuti.
    In quest’ottica ed anche per dare il buon esempio dal 2012 tutti coloro che organizzeranno cene in piazza dovranno utilizzare piatti, bicchieri e stoviglie completamente riciclabili e quindi smaltibili nell'organico e quest’anno l'Amministrazione Comunale fornirà agli organizzatori una dotazione di questi materiali.

Doppietta segnata da tutti i cittadini di Castelraimondo, con un riconoscimento assegnato a Castelraimondo come comune riciclone 2011. E’ stata l’assessore comunale ai servizi ambientali Elisabetta Torregiani, a ritirare lo scorso 7 luglio a San Benedetto del Tronto, il premio dei “Comuni ricicloni per le Marche”. Il comune di Castelraimondo è  risultato il quarto comune a livello regionale per livello raggiunto nella raccolta differenziata, con la percentuale del 2010 pari al 75,77 per cento. La manifestazione è stata organizzata da Legambiente, dall’Assessorato all’Ambiente della Regione Marche e dall’Arpam con l’intento di conferire riconoscimenti a tutte quelle realtà più virtuose nella raccolta e nella differenziazione dei rifiuti. Lo scorso 14 luglio ribalta nazionale per il  nostro comune a Roma: per il premio nazionale dei Comuni ricicloni, assegnato da Legambiente, nell’area del centro Italia, per i comuni sotto i 10 mila abitanti, Castelraimondo si è piazzato al settimo posto nella percentuale conseguita di rifiuti raccolti in modo differenziato.

            Un ringraziamento va a tutti i cittadini di Castelraimondo che hanno capito l'importanza della raccolta differenziata, chiedendo loro un ulteriore sforzo poiché il nostro comune ha ancora  margini di miglioramento e la sfida è quella di raggiungere ed anche superare la percentuale di differenziata dell'80%. Questo impegno è necessario  per due motivazioni: la prima e più importante è quella di creare sempre meno rifiuti non riciclabili la seconda è di tipo economico. Considerato che, purtroppo, la provincia di Macerata non ha ancora risolto il problema della discarica è necessario portare fuori provincia, con un aggravio delle spese, l'RSU ovvero tutto ciò che noi buttiamo nel sacchetto giallo. Per questo è importante differenziare correttamente i rifiuti.

            In quest’ottica ed anche per dare il buon esempio dal 2012 tutti coloro che organizzeranno cene in piazza dovranno utilizzare piatti, bicchieri e stoviglie completamente riciclabili e quindi smaltibili nell'organico e quest’anno l'Amministrazione Comunale fornirà agli organizzatori una dotazione di questi materiali.

 
utenti online